Unico, dal primo giorno

Non di rado le consulenti della nostra centrale di emergenza si sentono dire da donne incinte che sì, desiderano un figlio, ma più tardi, che ora non sarebbe il momento giusto. Più tardi, tuttavia, a nascere non sarà più lo stesso bambino che portano ora in grembo. Un figlio dopo, è diverso, e non potrà sostituire quello soppresso.

Beethoven - quasi abortito.

Beethoven - quasi abortito.

Ogni persona è unica, anche un gemello monovulare: il suo carattere, le sue capacità, le sue predisposizioni, i suoi tratti e la combinazione di tutti questi fattori fanno sì che sia un essere umano unico e irripetibile che non riceverà una seconda opportunità per venire al mondo. Negli ultimi cento anni, si stima a due miliardi il numero di persone uccise dall’aborto. Quale enorme potenziale umano sprecato!

 

L’aborto ha conseguenze su tutti

Il fatto che manchi una porzione così importante di umanità fa una differenza enorme. La perdita di così tanti essere umani, dei quali ciascuna ha una propria personalità e dignità, è un’immensa tragedia.

Tra gli abortiti ci sono persone che avrebbero aiutato i bisognosi, musicisti che avrebbero composto splendide opere, datori di lavoro che avrebbero aiutato altri a guadagnarsi da vivere, ricercatori e scienziati le cui scoperte avrebbero giovato all’umanità, insegnanti, medici e persone che sarebbero diventati padri e madri.

 

Un potenziale unico che manca

Per illustrare tutto questo, basterebbe chiedersi come sarebbe il mondo se non fossero mai nati noti personaggi: come sarebbe il mondo oggi se non ci fossero stati Johannes Gutenberg, Giovanna d’Arco, Isaac Newton, Ludwig van Beethoven, Luigi Pasteur, Guglielmo Marconi o Graham Bell? Esisterebbe oggi la Svizzera se non ci fosse stato Nicolao della Flüe?

Per l’umanità intera, molto può dipendere dalla nascita di una singola persona. È un aspetto che proprio il Natale evidenzia in modo straordinario. La nascita di Gesù, che celebriamo a Natale, segna una svolta epocale. È sul suo anno di nascita che si basa il calendario moderno. Siamo nel 2018 e ci impegniamo tutti insieme per dare la possibilità a ogni essere umano di nascere. Aiutateci anche voi!