Promozione vendite con bimba down

Scoprire la sindrome di Down in un bambino non ancora nato significa oggi quasi sempre una condanna a morte. Tanto più importanti sono perciò i segni visibili di accoglienza verso le persone con sindrome di Down.

Promozione vendite con bimba down

Abby Dillon pubblicizza un prodotto. (© Anne Dillon)

Un’azienda irlandese di latticini lancia un tale segnale. Sulla confezione di un prodotto dalla ditta Glenisk rifulge il sorriso di una bambinetta: Abby Dillon, portatrice della sindrome di Down. Abby è uno dei 14 finalisti scelti tra 4500 partecipanti dalla Glenisk per la promozione dei suoi prodotti.

Emma Walls, direttrice marketing della Glenisk: «È una vera gioia fotografare la bambina, con la sua illimitata energia e il suo riso. Le sue foto sono semplicemente meravigliose.»

E la mamma di Abby alla stampa: «Penso che la rilevanza nei media sia un primo passo verso una sensibilizzazione capace di portare al superamento dei pregiudizi e infine all’accettazione.»