«Ascoltate il vostro cuore!»

La signora S. (25 anni) e il suo compagno hanno tre figli. Il compagno diventa però sempre più violento nei suoi confronti e lei, impaurita, decide di separarsene. Si trasferisce con i figli in un nuovo appartamento. Fa la conoscenza di un uomo simpatico. Spera che la nuova relazione la aiuti a trovare la forza per un nuovo inizio. Quando però scopre di essere incinta del nuovo compagno, per lei è uno shock! Date le circostanze, teme di non avere la forza per crescere questo bambino e che la gravidanza stronchi sul nascere il tanto agognato nuovo inizio.

Felice dopo una crisi legata alla gravidanza.

Crisi superata: la signora S. è felice per il suo bebè.

Siccome non ha entrate, la ricerca di un occupazione è centrale per la signora S. Vorrebbe inoltre vedere sistemata la questione della separazione dal suo ex compagno prima di avere - se ne sarà mai il caso - un altro bambino. La gravidanza arriva quindi in un momento estremamente sconveniente. Anche il suo nuovo compagno la vede così, ed è per questa ragione che i due pensano di abortire.

 

Quando in Internet s’informano sull’aborto, consultano anche il sito dell’ASMB. Incuriositi, chiamano la centrale di emergenza e fissano un appuntamento con una consulente.

 

Importante primo colloquio con la consulente

 

Giunti all’ASMB, spiegano perché pensano all’aborto. La consulente chiede alla signora S. come pensa di superare l’aborto. Questa racconta di un aborto spontaneo e della morte del fratello gemello del suo ultimo figlio. La tristezza ha il sopravvento. La gestante dice di avere molto sofferto per queste perdite.

 

La consulente reagisce con empatia e spiega alla signora S. in che modo l’ASMB aiuta le donne incinte in situazioni difficili. Al momento del commiato, dà alla coppia un consiglio prezioso: «Ascoltate il vostro cuore!»

 

Una decisione basata sulla fiducia

 

Il contatto con la consulente accresce nella coppia la fiducia nei confronti dell’ASMB. L’umore della signora S. e del suo compagno lascia spazio alla speranza. I due si convincono sempre più che con l’aiuto dell’ASMB riusciranno a crescere anche il bebè in arrivo. All’undicesima settimana di gravidanza, la consulente apprende che la coppia ha deciso di tenere il bambino. I due hanno dato ascolto al loro cuore!

 

Quando la signora S. dà alla luce una bambina, l’ASMB continua a sostenerla contribuendo alle spese per la neonata e fornendo tutto il necessario. Il timore che il bebè avrebbe stroncato sul nascere il suo nuovo inizio non si è affatto avverato. Tutt’altro: la coppia racconta alla consulente di quanto sia felice di aver tenuto il bambino!